NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Comunicati

La campagna di ricerca “PAMELA” a Lampedusa

ENEA e Area Marina Protetta per lo studio della radiazione solare

E’ in corso di svolgimento la campagna di ricerca “PAMELA” (Esperimento sulla modulazione della radiazione attinica fotosintetica a Lampedusa, in inglese Photosynthetic Actinic radiation Modulation Experiment at LAmpedusa), organizzata da ENEA in collaborazione con l’Area Marina Protetta “Isole Pelagie” gestita dal Comune di Lampedusa e LInosa.

pamela2La campagna PAMELA coinvolge vari Istituti (ENEA, CNR, Università di Firenze e Roma), ha avuto inizio il 20 Maggio e si concluderà il 10 Giugno. Durante PAMELA vengono effettuati rilevamenti sia presso l’Osservatorio Atmosferico e l’Osservatorio Oceanografico, che afferiscono alla Stazione di Osservazioni Climatica di Lampedusa (http://www.lampedusa.enea.it) dell’ENEA, che nelle acque dell’Area Marina Protetta, attraverso prelievi e analisi in laboratorio.

Le acque circostanti Lampedusa sono infatti caratterizzate da un bassissimo contenuto di clorofilla e da una elevata trasparenza, che consente la penetrazione della luce solare a profondità considerevoli.  La radiazione solare viene utilizzata dai processi fotosintetici, in particolare dal fitoplancton; ma allo stesso tempo può rallentare o inibire la crescita del fitplancton, soprattutto per livelli elevati di radiazione. La campagna di studio ha lo scopo di investigare questi effetti e consentirà di raccogliere informazioni sulla qualità delle acque di Lampedusa e sull’attività fitoplanctonica in genere.  

pamela1

 

Durante il periodo della campagna PAMELA verranno anche effettuate osservazioni dalla nave oceanografica Minerva da parte del CNR, con lo scopo di ottenere dati per la validazione dei rilevamenti da satellite delle proprietà del mare.

La limpidezza del mare di Lampedusa” - afferma il sindaco Giusi Nicolini, Presidente dell’Area Marina Protetta Isole Pelagie – “costituisce, oltre che un valore estetico ed ambientale, anche una qualità importante dal punto di vista scientifico, che consente di effettuare studi di modellizzazione ambientale; l’Area Marina Protetta sta fornendo il proprio supporto logistico con la consapevolezza di partecipare ad una ricerca interdisciplinare di grande interesse, che aumenterà la conoscenza dei nostri mari e consentirà di tutelarli più efficacemente”.

Untitled 1      pamela3

Foto megattera avvistata a largo di Lampedusa

Megattera nelle acquee delle Pelagie

Comunicato del 13 Marzo 2013 - Un avvistamento del tutto inaspettato ha sorpreso ieri mattina il gruppo di ricercatori che sta svolgendo studi sui cetacei al largo dell'isola di Lampedusa: è stata infatti documentata la presenza di una megattera Megaptera novaeangliae - una "balena" fino ad oggi considerata inconsueta nel Mediterraneo;

Leggi tutto

Comunicato stampa del 8 Ago 2016

Lancio Campagna "Tartaworld"

Nell’ambito del progetto europeo “TARTALIFE”, che si prefigge di ridurre la mortalità delle tartarughe marine indotta dalle attività di pesca e di contribuire alla conservazione della specie nel Mediterraneo, l'AMP Isole Pelagie, partner del progetto, lancia la campagna di informazione e sensibilizzazione denominata “Tartaworld” destinata a diversi portatori di interesse ed in particolare a turisti e popolazione locale, compresi gli studenti delle scuole.

Leggi tutto

Amp Isole Pelagie

Al via il progetto di Alternanza Scuola Lavoro, sottoscritta la convenzione tra AMP “Isole Pelagie” e Istituto Omnicomprensivo L. Pirandello di Lampedusa

COMUNICATO STAMPA

Al via il progetto di Alternanza Scuola Lavoro, sottoscritta la convenzione tra Area Marina Protetta “Isole Pelagie” e Istituto Omnicomprensivo L. Pirandello di Lampedusa.

La consapevolezza dell’importanza ambientale delle Pelagie alla base di un sano sviluppo sostenibile e di un turismo durevole.

E’ stata siglata nei giorni scorsi la convenzione tra l’Area Marina Protetta “Isole Pelagie”, gestita dal Comune di Lampedusa e Linosa, e l’Istituto Omnicomprensivo Luigi Pirandello, per la realizzazione di tirocini formativi, nell’ambito del progetto Alternanza Scuola Lavoro, per giovani studenti della scuola secondaria di II grado (liceo scientifico e istituto alberghiero).
Gli studenti saranno coinvolti, a seguito di alcune specifiche attività formative sia in aula che sul campo inerenti il patrimonio ambientale dei fondali e delle coste delle Pelagie, nelle attività di informazione e divulgazione ambientale rivolte ai turisti, svolgendo il ruolo di “guide” dell’Area Marina Protetta.

“E’ un’azione di particolare interesse perché prevede il diretto coinvolgimento della comunità locale nelle azioni gestionali dell’Area Marina Protetta” – afferma Giusi Nicolini Sindaco di Lampedusa e Linosa e presidente dell’Area Marina Protetta – “inoltre stimola i giovani a ritrovare l’identità naturalistica delle Isole Pelagie e ad essere più consapevoli della loro importanza ambientale; solo così sarà possibile costruire un sano sviluppo sostenibile per le nostre isole”.

Con la stessa ottica il progetto Alternanza Scuola Lavoro proposto dall’Istituto Omnicomprensivo Pirandello sta coinvolgendo anche la Riserva Naturale “Isola di Lampedusa” gestita da Legambiente, la Capitaneria di Porto e altri numerosi soggetti che nelle due isole operano per la salvaguardia ambientale e la valorizzazione del territorio e dell’identità locale. La scuola quindi si attiva come catalizzatore di una rete di protagonisti del territorio per un futuro più sano e sostenibile dell’Arcipelago delle Pelagie.

Lampedusa, 10 aprile 2017
Area Marina Protetta “Isole Pelagie”

Copertone recuperatodal porto di Lampedusa

L'AMP con Marevivo per PFU Zero (Pneumatici Fuori Uso)

L’Area Marina Protetta “Isole Pelagie” gestita dal Comune di Lampedusa e Linosa partecipa all’iniziativa di Marevivo  per la raccolta diPFU (Pneumatici Fuori Uso).

Recuperati oltre 200 PFU grazie alla collaborazione dei diving locali

Leggi tutto

Foto stazione Enea di Lampedusa

Nuovo accordo ENEA e Area Marina Protetta

ENEA e Area Marina Protetta “Isole Pelagie”, nuovo accordo su ricerca e protezione ecosistema - Comunicato del 1 Lug 2016

Studio dei cambiamenti climatici, monitoraggio della qualità delle acque e protezione dell’ecosistema marino sono gli obiettivi del nuovo accordo firmato da ENEA Area Marina Protetta Isole Pelagie, gestita dal Comune di Lampedusa e Linosa.

Leggi tutto

Cartolina invito seminario Area Marina Protetta Isole Pelagie - CNR

Esplorazioni dei fondali dell'Area Marina Protetta Isole Pelagie

Seminario di informazione tecnico-scientifica realizzato nell’ambito del progetto "contabilità ambientale nelle aree marine protette italiane" finanziato dal Ministero dell'ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

Leggi tutto

Nuovo progetto per l'Area Marina Protetta Isole Pelagie: "MPA-ADAPT"

Approvato il progetto "MPA-ADAPT" dell'Area Marina Isole Pelagie, per proteggere l'integrità ecologica e la biodiversità delle comunità costiere - Comunicato stampa del 14 Ott 2016

Leggi tutto

Rimozione “rete fantasma” e tutela dei fondali

Comunicato stampa del 8 Giu 2016 - Proseguono le attività di collaborazione tra centri diving, Capitaneria di Porto e Area Marina Protetta per la tutela e la salvaguardia del mare delle Isole Pelagie. Nella giornata odierna è stata eseguita una pulizia straordinaria dei fondali dell’Area Marina Protetta, attraverso la rimozione di una rete da posta fissa abbandonata sul fondo marino (“rete fantasma”).

Leggi tutto

  • 1
  • 2